Tag Archives: cinema

RESO NON CONFORME

24 Set

RESO NON CONFORME

 Questa rassegna rappresenta il tentativo di riflessione su quanto viene definito “diverso” dalla nostra società. Il titolo è ovviamente un gioco di parole, una formula che si usa in ambito commerciale per definire qualcosa che non viene accettato in quanto difforme dall’aspettativa venendo quindi respinto, reso. Tuttavia, nel nostro caso, “reso” si intende anche ciò che “si fa diventare” non conforme.

Diverso è il contrario di uguale, la difformità è il contrario dell’omologazione, l’accettabile è il contrario dell’inaccettabile, ma in tutti questi opposti i fattori non sono oggettivamente definibili, sono piuttosto il prodotto di una cultura, di una moda, di un’interpretazione.

La diversità non esiste di per se, bensì è un sottoprodotto, uno scarto culturale. Diversi si diventa, a volte nostro malgrado, e così la definizione di che cosa sia “normale” cambia a seconda della comunità in quel momento abitata, dei suoi costumi, delle sue credenze.

La società occidentale negli ultimi anni si è spesa poco sul problema, pressoché solo sul fronte del linguaggio. Con l’avvento del politically correct, improvvisamente pareva brutto parlare esplicitamente di handicappato, di omosessuale, di straniero e così si è fatto uso e abuso della definizione “diverso” fino a renderla oggi sostanzialmente vuota, innocua, indifferente. Si è ritenuto di dover ancora una volta concentrarsi sulla facciata, rinviando agli eterni posteri di affrontare il nocciolo di una questione fondamentale per la convivenza civile tra simili (e dissimili).

In questa rassegna, nei cui film si parla di alcuni tipi di cosiddette “diversità”, troverete poco di politicamente corretto. E’ una scelta, un piccolo tentativo di andare oltre la facciata, verso il cuore del problema dell’accettazione delle proprie e delle altrui diversità.

 

(Alice)

 

PROGRAMMA

Mercoledì 2 Ottobre h. 21,15
SULLE MIE LABBRA
di Jacques Audiard
Titolo originale: Sur mes lèvres; Francia, 2001, 118’ colore.
Con: Emmanuelle Devos, Vincent Cassel e Olivier Gourmet.

Carla, mezza sorda e profondamente insoddisfatta della propria vita lavorativa e affettiva, conosce sul posto di lavoro l’ex galeotto Paul. L’incontro tra due solitudini porterà a uno sconvolgente quanto entusiasmante cambio di rotta nella grigia esistenza della donna.

 

Mercoledì 9 Ottobre h. 21,15
IO SONO LI’

di Andrea Segre
Francia-Italia, 2011, 100’, colore.
Con: Zhao Tao, Rade Šerbedžija e Roberto Citran.

Shun Li immigrata cinese nel nord-est, lavora in un bar di Chioggia per pagare il suo debito e far venire il figlio in Italia. Nonostante le difficoltà di inserimento nel paese, Shun Li conosce il pescatore Bepi detto il Poeta con il quale nasce una relazione sentimentale, malvista sia dalla comunità cinese che da quella italiana. Shun Lì sarà costretta a fare scelte drastiche in vista soprattutto dell’arrivo dell’amato figlio.

 

Mercoledì 16 Ottobre h.21,15
L’OSPITE INATTESO 

di Thomas McCarthy .
Titolo originale: The Visitor; Usa, 2007, 104’, colore.
Con: Richard Jenkins, Danai Gurira e Haaz Sleiman.

Il professor Walter Vale, dopo la morte della moglie conduce una vita ritirata e monotona. L’occupazione della propria abitazione da parte di una giovane coppia  di immigrati, lo metterà a inevitabilmente di fronte a scelte radicali che lo riporteranno lentamente a riconsiderare e ricercare un proprio posto nel mondo.

   

Mercoledì 23 Ottobre h.21, 15
C.R.A.Z.Y.

di Jean Marc Valee
Francia, 2005, 127’, colore.
Con:  Marc-André Grondin, Michel Coté e Danielle Proulx.

Caleidoscopico ritratto della rocambolesca ricerca della propria identità di un adolescente cresciuto nel Quebec tra la fine degli anni sessanta fino ai primi anni ottanta. Tra Glam rock, rivoluzione sessuale e politica, Zachary, quarto di cinque fratelli, e in combutta con un padre omofobo, compirà uno straordinario cammino di emacipazione.

  

Mercoledì 30 Ottobre h.21, 15
ANA

di Antonio Vergamini e Walther Sievi
Svizzera, 2008, 50′
Produzione: Compagnia Finzi Pasca e Atelier Sievi in coproduzione con RSI Televisione Svizzera

Documentario scritto e diretto da Antonio Vergamini che racconta la realizzazione dello spettacolo teatrale Visitatio, cui ha partecipato Ana Heredia, attrice messicana con sindrome di Down.  Lo spettacolo non è stato creato apposta per lei all’interno di percorsi terapeutici o formativi, ma nasce da un processo creativo al quale Ana ha partecipato come ciascuno degli altri interpreti, sotto la guida dell’autore e regista dello spettacolo Daniele Finzi Pasca. Un illuminato esempio di inclusione artistica e umana.

IL SILENZIO DI DIO _cineforum

11 Mar

Anche il cinema il quanto settima ma non per questo ultima arte, fin dalle origini è andato alla ricerca del trascendente. Quattro film che in quattro maniere ed epoche cinematografiche diverse si interrogano e ricercano a modo loro, un dialogo con un Dio che di volta in volta, sembra rispondere (?) opponendo vari tipi di silenzi. Il silenzio nella lotta tra peccato e redenzione ne Il cattivo tenente, il silenzio della discesa nella follia di Come in uno specchio, il silenzio del senso del fallimento esistenziale di Le mele di Adamo, fino al silenzio dell’eterna lotta tra fede e scienza nel primo episodio del Decalogo. Silenzi assordanti per quattro registi che nelle loro peregrinazioni spirituali affidano comunque all’analisi dell’imperfezione umana la risposta a quesiti sopra i massimi sistemi.

__________

13 marzo 2013
IL CATTIVO TENENTE

9419_big

Titolo originale: Bad Lieutenant
Di Abel Ferrara, Usa 1992, 96’, colore.
Con: Harvey Keitel, Victor Argo e Paul Calderon.
Trama: Un tenente di polizia dedito alle droghe e al gioco d’azzardo, rimane sconvolto dal caso di una suora che subita una violenza carnale, decide di perdonare il suo aggressore. Comincia quindi, a modo suo, a cercare i colpevoli per assicurarli alla giustizia.

__________

20 marzo 2013
COME IN UNO SPECCHIO

come in uno specchio

Titolo originale: Såsom i en spegel
Di Ingmar Bergman, Svezia 1961, 89’, B/N.
Con: Harriet Andersson, Max Von Sydow, Gunnar Björnstrand.
Trama: Una famiglia composta dagli sposi Martin e Karin, dal fratello di lei Minus e dal padre dei due David, parte per una breve vacanza su di un’isola del  Baltico. Ben presto la malattia mentale della ragazza sconvolgerà i già precari equilibri che fino ad allora avevano segnato i rapporti tra i protagonisti.

__________

27 marzo 2013
LE MELE DI ADAMO

lemeleadamo

Titolo originale: Adams æbler
Di Anders Thomas Jensen, Danimarca, Germania 2005, 94’, colore.
Con: Ulrich Thomsen, Mads Mikkelsen, Nicolas Bro.
Trama: Adam, giovane neonazista, viene “condannato” a un percorso di riabilitazione da scontare presso la comunità gestita dal pastore protestante Ivan. Ivan assegna a Adam un obiettivo che è quello di fare una torta di mele. Naturalmente l’indole violenta di Adam si scontra con Ivan e gli altri pazienti degenerando spesso in episodi violenti. Ben presto le certezze umane e politiche di Adam cominciano a scricchiolare.

_____________

Mercoledì 3 aprile 2013
DECALOGO 1

decalogo2

Titolo originale: Dekalog, jeden
Di Krzysztof Kieślowski, Polonia 1988, 55’, colore.
Con: Henryk Baranowski, Wojciech Klata, Maja Komorowska.
Trama: Il primo episodio dell’opera del regista polacco dedicata ai Dieci Comandamenti ha per tema, Io sono il Signore tuo Dio. Non avrai altro dio all’infuori di me.
Krzysztof professore universitario, cresce il figlio Paweł  in un contesto fortemente ateo, data anche la sua formazione scientifico-informatica. La zia del ragazzo invece, molto credente, stimola in lui la ricerca del trascendente. Pawel dubbioso, comincia a farsi domande sul senso della vita.

TRACCE SONORE _ cineforum febbraio / marzo 2013

29 Gen

tracce sonore1

Mercoledì 6 febbraio h.21
ARANCIA MECCANICA

943_big

Titolo originale: A Clockwork Orange
Di Stanley Kubrick, UK, USA 1971, 131’, colore.
Interpreti:  Malcom Mcdowell, Warren Clarke, Patrick Mcgee.
Musiche: Walter Carlos
Tema Musicale: Sinfonia n. 9 in Re minore Op. 125 (Ludwig Van Beethoven)

_________________

Mercoledì 13 febbraio h.21MANHATTAN

locandinap

Titolo originale: Manhattan
Di Woody Allen, USA 1979, 96’, B/N
Interpreti: Woody Allen, Diane Keaton, Mariel Hemingway.
Musiche: George Gershwin
Tema Musicale: Rapsodia in Blue (George Gershwin)

____________________

Mercoledì 20 febbraio h. 21LA PANTERA ROSA

pink-19544577

Titolo originale: The Pink Panther
Di Blake Edwards, UK, USA 1963, 112’, colore.
Interpreti: Peter Sellers, Capucine, David Niven
Musiche: Henry Mancini
Tema musicale: Pink Panther Theme (Henry Mancini)

_______________

Mercoledì 27 febbraio h. 21IL LAUREATO

Il_laureato

Titolo originale: The Graduate
Di Mike Nichols, USA 1967, 105’, colore.
Interpreti: Dustin Hoffman, Anne Bancroft, Katharine Ross.
Musiche: Dave Grusin, Paul Simon
Tema musicale: Mrs. Robinson  (Paul Simon)

________________

Mercoledì 6 marzo h. 21FRATELLO DOVE SEI?

la-locandina-di-fratello-dove-sei-7521

Titolo originale: O Brother, Where Art Thou?
Di Joel Coen, Usa 2000, 106’, colore.
Interpreti: George Clooney, John Turturro, Tim Blake Nelson.
Musiche: T-Bone Burnett, Carter Burwell
Tema musicale: Man of Constant Sorrow (Traditional)

Omaggio a Elio Petri

14 Ott

A trent’anni dalla scomparsa di Elio Petri, Alice dedica al grande regista una retrospettiva incentrata sulla prima parte della carriera del cineasta romano. Dall’incursione nella commedia all’italiana ne Il maestro di Vigevano alle sperimentazioni pop-figurative de La decima vittima e di Un tranquillo posto di campagna inframmezzati dall’adattamento del romanzo di Leonardo Sciascia A ciascuno il suo, per chiudere con La classe operaia va in paradiso, dove insieme al fido sceneggiatore Ugo Pirro, si interroga sui limiti del sogno rivoluzionario italiano post-sessantottino.

___

Mercoledì 17 ottobre 2012 – ore 21,15
IL MAESTRO DI VIGEVANO

Un film di Elio Petri. Con Claire Bloom, Alberto Sordi, Vita De Taranto, Anna Carena, Eva Magni.
Commedia, b/n durata 100′ min. – Italia 1963.

Tratto dall’omonimo romanzo di Lucio Mastronardi. Per soddisfare la moglie ambiziosa, un maestro elementare dà le dimissioni e investe la liquidazione in una piccola impresa artigianale. Presto gli affari vanno a rotoli e, per giunta, scopre che la moglie lo tradisce.

___

Mercoledì 24 ottobre 2012 – ore 21,15
LA DECIMA VITTIMA

Un film di Elio Petri. Con Massimo Serato, Marcello Mastroianni, Ursula Andress, Elsa Martinelli, Salvo Randone.
Fantascienza, durata 90′ min. – Italia 1965

Dal racconto La settima vittima (1954) di Robert Sheckley: nel Duemila s’è costituito su scala mondiale un club privato i cui iscritti, accoppiati da un computer, si impegnano in una caccia mortale, alternativamente come cacciatori o vittime. A Roma una maliarda superorganizzata bracca la sua decima vittima.

___

Mercoledì 31 ottobre 2012 – ore 21,15
A CIASCUNO IL SUO

Un film di Elio Petri. Con Gian Maria Volonté, Irene Papas, Gabriele Ferzetti, Mario Scaccia, Luigi Pistilli.
Drammatico, durata 99′ min. – Italia 1967.

Liberamente ispiratoall’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia. Questo film segna l’inizio del fortunato sodalizio artistico fra Elio Petri, regista, Ugo Pirro, sceneggiatore, e Gian Maria Volonté, interprete, che darà vita ad alcuni dei titoli più celebri del cinema italiano impegnato degli anni settanta, fra cui in particolare Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto.

___

Mercoledì 7 novembre 2012 – ore 21,15
UN TRANQUILLO POSTO DI CAMPAGNA

Un film di Elio Petri. Con Franco Nero, Vanessa Redgrave, Georges Géret, Gabriella Grimaldi, Rita Calderoni.
Drammatico, durata 105′ min. – Italia 1968.

Pittore di successo in crisi creativa, dilaniato dalla volontà di contestazione e dalle richieste del mercato, ha un rapporto schizofrenico di amore/odio con la donna che gli fa da amante, amministratrice e infermiera e, per sfuggirla, si rifugia in una villa veneta disabitata cercando la compagnia di un fantasma. Film sulla pittura (sulla pop art, usando i quadri dell’americano Jim Dine), sulla ricerca disperata della bellezza perduta, sulla morte dell’arte, sui rapporti tra arte e realtà, è prima di ogni altra cosa un giro di boa tecnico: di tecnica narrativa, di montaggio, di ritmi, di effetti speciali, di fotografia.

___

Mercoledì 14 novembre 2012 – ore 21,15
LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO

Un film di Elio Petri. Con Gian Maria Volonté, Mariangela Melato, Flavio Bucci, Luigi Diberti, Salvo Randone.
Drammatico, durata 125′ min. – Italia 1972.

Lulù Massa è un campione del cottimo con cui mantiene due famiglie, finché un incidente gli fa perdere un dito. Da ultracottimista passa a ultracontestatore, perde il posto e l’amante, si ritrova solo. Grazie a una vittoria del sindacato, è riassunto e torna alla catena di montaggio. Scritto da Petri con Ugo Pirro, è il 1° film italiano che entra in fabbrica, analizzandone il sistema e mettendone a fuoco i vari aspetti, compresi i rapporti tra uomo e macchina, tra sindacato e nuova sinistra, tra contestazione studentesca e lotte operaie, repressione padronale e progresso tecnologico. Un Volonté memorabile, una bizzarra Melato, un incisivo Randone. Suscitò molte polemiche, anche e soprattutto a sinistra. Palma d’oro a Cannes ex aequo con Il caso Mattei.

This land is (our) land

5 Ott

Über die Ebene di Gabriele Fantoni aprirà la rassegna cinematografica in 3 appuntamenti dedicata al cinema locale “The land is our land”: tre registi cremaschi offrono al pubblico di Alice il loro sguardo sulla propria terra e sul proprio mondo, tra passato, presente e un futuro ancora da scrivere.

Il primo film della rassegna da’ voce alla pianura che ci circonda. Uber die Ebene –Sulla pianura- di Gabriele Fantoni. I prossimi appuntamenti della rassegna sono mercoledì 3 ottobre con Arimo! di Mirko Locatelli e il 10 ottobre con Sessant’anni fa, dalla guerra alla Repubblica. Crema 1952/1962, le sorelle Bettinelli, di Daniele Grosso.
Per ogni proiezione gli autori saranno
presenti in sala.

Mercoledì 26 settembre 2012 – ore 21,15

ÜBER DIE EBENE
Sulla pianura

di Gabriele Fantoni

con: Gabriele Fantoni, Alba Lorenzetti,
Fabio Locatelli, Martina Giovannini, Francesca Grana,
Barbara Gazzoli, Michele Breviglieri.
Sceneggiatura e regia: Gabriele Fantoni
anno di produzione: 2011
durata: 53 Min. circa

Über die Ebene – Sulla pianura è prima di tutto il viaggio di un uomo alla ricerca delle traccie della piena del Po dell’anno 2000. Attraverso il cammino del protagonista, le descrizioni visive e i personaggi incontrati, il film cerca di fare un ritratto del fiume e della sua gente. Über die Ebene è la metafora del cammino di un uomo che ritorna alle
sue radici per riscoprire se stesso, è un film che mescola il film documentario con il film a soggetto per cercare di dare nuova espressione al realismo poetico.
Über die Ebene – Sulla pianura è il film sperimentale di diploma di Gabriele presso la facoltà di Mediengestaltung- Medienkunst presso l’università Bauhaus di Weimar.
___

Mercoledì 3 ottobre 2012 – ore 21,15 

ARIMO

di Mirko Locatelli

 
 “Se un uomo è morto, è morto. Non serve ucciderne un altro.”
Sithumini sgrana i suoi grandi occhi e sorride dopo aver affermato il suo pensiero, limpido ed elementare, sulla condanna a morte.
Mentre gli uomini discutono sui grandi temi dell’umanità e decidono cosa e giusto e cosa non lo e, i bambini osservano e giudicano: gli errori, le bugie, l’incoerenza e la mediocrità del mondo adulto.
Arimo! Un’espressione convenzionale, quasi una parola magica usata dai bambini durante i giochi per interrompere temporaneamente le regole a causa di piccoli contrattempi. Una pausa che ci concediamo per ascoltare le parole di un gruppo di piccoli pensatori, una pausa che ci permette di riflettere sul significato che i più piccoli danno alle regole, e ascoltandoli ci si chiede quando e perché, ad un certo punto della vita, il rispetto dell’altro, delle differenze e dei diritti non saranno più cosi scontati.
___

Mercoledì 10 ottobre 2012 – ore 21,15

SESSANT’ANNI FA, DALLA GUERRA ALLA REPUBBLICA
CREMA, 1952/1962
LE SORELLE BETTINELLI

di Daniele Grosso

Documetari realizzati per il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi di Crema dal 2006 al 2009. Tre film sulla storia del Cremasco, dagli anni Trenta fino agli anni Settanta. Quello dall’apperenza più localistica “Crema 1952-1962” tenta invece di inquadrare la storia locale in quella più generale, scossa da cambiamenti epocali. I materiali utilizzati sono variegati: interviste, fotografie e rari filmati d’epoca, giornali. Diversi i collaboratori: le musiche del film “Sessant’anni fa, dalla guerra alla Repubblica” sono di Pietro Dossena; “Le sorelle Bettinelli” è invece basato sull’omonimo libro di Matteo Piloni, che partecipa anche come intervistatore.

Seminario di cinema italiano

30 Set

a cura di Francesco Carrà, Daniele Grosso e Marcello Zuccotti.

Info e iscrizioni
335 7119651

 

PRESENTAZIONE DEL CORSO
Dall’avvento dell’invenzione dei fratelli Lumière in Italia negli anni novanta del ‘800, alla vittoria al Festival di Berlino 2012 dei fratelli Taviani. Alice nella città organizza un corso interamente dedicato al cinema italiano, un’ampia panoramica fatta di storie, personaggi, riflessioni, segreti intorno alla ultracentenaria storia della settima arte nel nostro paese.

Il seminario si sviluppa in 7 appuntamenti a cadenza settimanale, della durata di due ore.
Cinque lezioni di storia del cinema italiano articolate su 8 unità, più due lezioni di approfondimento dedicate al cinema d’animazione e allo “Spaghetti western”.
Lezione 1. Sabato 10 novembre ore 10,00
Unità 1: Dalle origini alla crisi degli anni dieci.
Unità 2: Gli anni venti: il cinema delle avanguardieLezione 2. Sabato 17 novembre ore 10,00
Unità 3: Il cinema italiano sotto il regime
Unità 4: Il cinema bellico.

Lezione 3. Sabato 24 novembre ore 10,00
Unità 5: Il cinema neorealista.

Lezione 4. Sabato 1 dicembre ore 10,00
Unità 6: Gli anni cinquanta e sessanta: la nascita della commedia all’italiana

Lezione 5. Sabato 15 dicembre ore 10,00
Unità 7. Gli anni sessanta e la moltiplicazione dei generi.

Lezione 6. Sabato 22 dicembre ore 10,00
Unità 8: Storia del cinema d’animazione italiano

Lezione 7. Sabato 29 dicembre ore 10,00
Unità 9: Lo “spaghetti western”

Francesco Carrà
Classe 1983. Laureato in scienze dei Beni Culturali presso la statale di Milano. Dopo aver fondato e diretto per alcuni anni il cineforum I soliti ignoti, nel 2009 ha collabora con il Centro sperimentale di cinematografia di Roma per il volume “L’inganno più dolce – il cinema di Alberto Lattuada”. Nello stesso anno pubblica “Il duello nel cinema di Sergio Leone” collaborando con l’Università degli studi di Milano. Esperto di cinema western, nel 2010 esce “La vera storia di Giuseppe Colizzi”, un volume atto a rivalutare il regista che per primo scoprì la coppia Terence Hill & Bud Spencer.
Del 2012 la sua ultima pubblicazione “L’inverno mi assomiglia”, brevi racconti sui malinconici dettagli del quotidiano e la collaborazione con il Tuscia Film Fest di Viterbo come presentatore nell’ambito di una rassegna cinematografrica.

Daniele Grosso
Ha realizzato documentari, videoclip, corti. Si è laureato alla Statale di Milano con una tesi sul cinema d’animazione indipendente americano degli anni Sessanta.

Marcello Zuccotti
Si laurea in Statale a Milano con una tesi in Storia del cinema italiano. Dopo due anni di redazione nella rivista cinematografica Nick Magazione, viene selezionato dalla rivista Duellanti per il seminario di critica cinematografica “Fare cinema” organizzato insieme al Bobbio Film Festival di Marco Bellocchio.

E ci arrivava l’eco di un cinema all’aperto.

15 Giu

Giulio Andreotti a suo tempo, liquidò l’avvento del Neorealismo italiano con una frase semplice e lapidaria “I panni sporchi si lavano in famiglia”. Ovvero perché mostrare al mondo i problemi e le contraddizioni del nostro paese?
A distanza di sessant’anni Alice coglie la palla al balzo proponendo dieci film italiani che nell’ultimo anno, hanno cercato di riflettere e capire un po’ più da vicino il nostro paese.
Dal noir alla commedia, dal film storico al teatro, dieci appuntamenti che raccolgono le ceneri del neorealismo appunto, per continuare un discorso che il nostro cinema non ha mai veramente interrotto.

Mercoledì 20 giugno, ore 21,15
Vallanzasca – Gli angeli del male

di Michele Placido, Italia 2010, 125’, colore.

con Kim Rossi Stuart, Valeria Solarino e Filippo Timi.

___

Mercoledì 27 giugno, ore 21,15
La bocca del lupo

di Pietro Marcello, Italia 2009, 76’, colore.

con Mary Monaco e Vincenzo Motta.

___

Mercoledì 4 luglio, ore 21,15
L’ultimo terrestre

di Gianni Pacinotti, Italia 2011, 100’, colore.

con Gabriele Spinelli e Anna Bellato.

___

Mercoledì 11 luglio, ore 21,15
Habemus Papam

di Nanni Moretti, Italia 2011, 104’, colore.

con Michel Piccoli e Nanni Moretti.

___

Mercoledì 18 luglio, ore 21,15
I baci mai dati

di Roberta Torre, Italia 2010, 80’, colore.

con Donatella Finocchiaro e Beppe Fiorello

___

Mercoledì 25 luglio, ore 21,15
Ruggine

di Daniele Gaglianone, Italia 2011, 109’, colore.

con Filippo Timi, e Valerio Mastrandrea

___

Mercoledì 1 agosto, ore 21,15.
Terraferma

di Emanuele Crialese, Italia 2011, 88’.

con Donatella Finocchiaro e Beppe Fiorello

___

Mercoledì 8 agosto, ore 21,15
Noi credevamo

di Mario Martone, Italia 2010, 187’.

con Luigi Lo Cascio e Francesca Inaudi

___

Mercoledì 22 agosto, ore 21,15
Into Paradiso

di Paola Randi, Italia 2011, 104’.

con Gianfelice Imparato e Peppe Servillo

___

Mercoledì 29 agosto, ore 21,15
Cesare deve morire

di Paolo e Vittorio Taviani, Italia 2012, 76’.

con Cosimo Rega e Salvatore Striano.

I luoghi del cinema

11 Apr

Quattro film per quattro luoghi diversi, dove l’ambiente diventa spazio per declinazioni, derive, percorsi. Un carcere da cui evadere in cerca della libertà, una stanza/teatro in cui sezionare una storia d’amore, un museo in cui ripercorrere la Storia, un soggiorno surrealista per mostrare la decadenza di una classe sociale.

 

Mercoledì  2 maggio 2012– ore 21,15

Fuga da  Alcatraz

Titolo originale: Escape from Alcatraz.

di Don Siegel, Usa 1979, 112’, colore.

Interpreti: Clint Eastwood, Larry Hankin, Fred Ward

Trama: L’unico tentativo di fuga riuscito (?) di Frank Morris e dei fratelli Anglin dalla “fortezza” di Alcatraz nal 1962.

Don Siegel dirige il capolavoro dei film carcerari, claustorfobico e avvincente, con un Clint Eastwood in stato di grazia.

 —

Mercoledì  9 maggio 2012– ore 21,15

Le lacrime amare di Petra Von Kant

Titolo originale: Die bitteren Tränen der Petra von Kant.

di Rainer Werner Fassbinder, Germania Ovest 1972, 124’, colore.

Interpreti: Margit Carstensen, Hanna Schygulla, Katrin Schaake

Trama: Il controverso rapporto tra la stilista Petra e la sua assistente Marlene si frantuma quando Petra si innamora della bellissima e conturbante Karin.  

Dall’omonimo dramma teatrale, Fassbinder porta sul grande schermo la propria devastante e lucida visione dell’amore e della politica dove a farla da padrone è inesorabilmente il “diritto del più forte”.

 —

Mercoledì  16 maggio 2012– ore 21,15

Arca russa

Titolo originale: Russkij Kovčeg.

di Aleksandr Sokurov, Rus/Ger 2002, 96’, colore.

Interpreti: Aleksandr Sokurov, Sergei Dontsov, Mariya Kuznetsova.

Trama: Dall’interno dell’Hermitage di San Pietroburgo, tre secoli di storia russa, da Pietro il Grande fino alle porte della rivoluzione zarista.

Sokurov in un unico piano-sequenza, racconta magnificamente la storia della sua nazione in un continuo e controverso rapporto tra amore e odio.

 —

Mercoledì  23 maggio 2012 – ore 21,15

L’angelo sterminatore

Titolo originale: El ángel exterminador

di Luis Buñuel, Messico 1962, 89’, B/N.

Una cena all’interno di un palazzo dell’alta borghesia messicana abbandonato dalla servitù si trasforma da festa in tragedia.

Il capolavoro del Buñuel messicano ancora ricco del geniale surrealismo onirico degli esordi, mette alla berlina contraddizioni, riti e vizi di una aristocrazia decadente.

 

Piombo rosso

27 Mar

Tre film ispirati agli anni della lotta armata, che riflettono sul conflitto tra ideologia e individuo, tra utopia e impossibilità di cambiare lo stato delle cose; la disgregazione del sogno vista attraverso lo sguardo di tre grandi registi.

Mercoledì 4 maggio –  ore 21,15

BUONGIORNO NOTTE

Un film di Marco Bellocchio, 106’. Italia, 2003,
Con Roberto Herlitzka, Luigi Lo Cascio, Maya Sansa

Gli “anni di piombo” rivivono attraverso la vicenda di Chiara, brigatista coinvolta nel rapimento di Aldo Moro. Liberamente tratto dal libro Il prigioniero di Anna Laura Braghetti.

Mercoledì 11 maggio 2011 – ore 21,15

ANNI DI PIOMBO

Un film di Margarethe Von Trotta, 106’, Germania, 1981
Con Jutta Lampe, Barbara Sukowa, Rudiger Vogler

Figlia di un pastore protestante, la terrorista Marianne muore in carcere in circostanze dubbie; sua sorella Juliane, progressista e femminista, indaga sulla sua morte, dopo averne preso in custodia il figlioletto.
Il film ha vinto il Leone d’Oro al miglior film alla 38ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Mercoledì 18 maggio 2011 – ore 21,15

LA TERZA GENERAZIONE

Un film di Rainer Werner Fassbinder, 111’, Germania, 1979
Con Udo Kier, Eddie Costatine, Hanna Schygulla

Un gruppo di terroristi tedeschi sequestra un industriale dell’elettronica senza sapere che è il loro segreto finanziatore e che la polizia ha dato il suo beneplacito. Ignorano di essere le pedine di un gioco industriale-commerciale-poliziesco più grande di loro.

Amori estremi

10 Gen

Tre percorsi, tre diverse strade in cui l’amore e la passione fanno da guida, fino a spingere i protagonisti e con loro lo spettatore, in luoghi in cui le ragioni della morale perdono di significato, luoghi dai quali spesso è molto difficile fare ritorno.

 

 

Mercoledì 12 gennaio 2011 – ore 21,15

L’ODORE DEL SANGUE

Un film di Mario Martone , 100′ Italia 2004
Con Fanny Ardant e Michele Placido

 

 

Mercoledì 19 gennaio 2011 – ore 21,15

L’IMBALSAMATORE

Un film di Matteo Garrone, 100’ Italia 2002
con Ernesto Mahieux, Valerio Foglia Manzillo, Elisabetta Rocchetti, Lina Bernardi

La storia del rapporto assurdo, controverso, estremo tra un tassidermista nano e il giovane Valerio. Da Napoli a Cremona per un viaggio all’interno di un amore che si trasforma in dipendenza fino a sfociare nell’ossessione. Liberamente ispirato al caso di cronaca del “nano di Termini”.

 

Mercoledì 26 gennaio 2011 – ore 21,15

OSSESSIONE

Un film di Luchino Visconti, 135’ Italia 1943
Con Massimo Girotti e Clara Calamai

La storia d’amore tra un vagabondo e una moglie delusa sullo sfondo della bassa padana dei primi anni quaranta. La passione violenta, improvvisa, incontenibile porterà i due a sconvolgere le proprie grigie esistenze fino alle estreme conseguenze.