Tag Archives: video

Le produzioni di Alice

5 Gen

DENTRO LO SPECCHIO

Alice nella città è anche un’officina creativa, un luogo di supporto concreto alla produzione e alla sperimentazione artistica.
“Dentro lo specchio” è la sezione in cui i gruppi e gli artisti interni all’associazione propongono le proprie opere e i propri spettacoli.
Alice nella città è anche un concreto supporto tecnico per spettacoli e manifestazioni culturali. Presta servizi tecnici professionali e cura rassegne sul territorio per conto di enti e organizzazioni varie.

____________________________________________________

DOWNUNDER, il giardino delle meraviglie

Una coproduzione Eden Ironique, Limen Teatro, Progetto Nur

In scena: Marco Allevi, Laura Bernocchi, Federica Brambini, Alessandro Caproni, Nicola Cazzalini, Laura Colonna, Linda Confalonieri, Sara Delle Donne, Sara Passerini

Musiche originali Umberto Bellodi (dal vivo con strumentazione elettrica ed elettronica)

Regia Nicola Cazzalini
Luci Massimo Guerci

“DownUnder, il giardino delle meraviglie” è una libera interpretazione teatrale ispirata alla fiaba di Lewis Carroll “Alice nel paese delle meraviglie”. Partendo dall’iniziale caduta nel pozzo, i personaggi che Alice incontra, vengono reinterpretati secondo le tecniche del teatro di strada. ‘Downunder’ è il ‘sottosopra’ in cui Alice viene a ritrovarsi durante la sua caduta, appena prima che riesca ad oltrepassare la porta per il Paese delle Meraviglie e possa passeggiare incantata in un giardino di fuoco.

____________________________________________________

CUBO

di Teatroallosso

Regia di Nicola Cazzalini
con Nicola Cazzalini e NEMO
Scenografie Riccardo Bianchi
Musiche originali Umberto Bellodi
Ripresa e editing audio Mattia Manzoni
Disegno luci Massimo Guerci
Grafica e costumi Sara Passerini

Ogni piccola cosa che teniamo in casa ha la sua vita, il suo modo di parlare, il suo carattere: le scarpe sussurrano al buio del ripostiglio, le forchette ridono nel cassetto e i giochi aspettano che non li guardi più per correre in disordine. I grandi ormai non ci fanno più caso, ma Cubo sa che per capire il mondo bisogna prima imparare a mettersi in pace con il quotidiano.

____________________________________________________

PALESTINE

di Progetto Nur

regia di Umberto Bellodi, Alessandro Caproni
con Umberto Bellodi, Alessandro Caproni
musiche dal vivo – Umberto Bellodi
coreografia – Alessandro Caproni
scene – Alessandro Caproni
video – Elisa Visconti e Massimo Guerci
luci – Massimo Guerci

Il muro di Sharon. Palestina-Israele. La costruzione inizia nel 2003. Lunghezza prevista: 750 km, 3 volte il muro di Berlino; altezza: 8 metri, due volte il muro di Berlino. L’80% del muro è all’interno della Cisgiordania e sottrae il 46% delle terre palestinesi a favore di Israele. Le principali fonti idriche diventano israeliane. 280.000 palestinesi restano separati dalla loro terra. Negli ultimi 5 anni l’esercito israeliano ha distrutto oltre 4000 abitazioni, centinaia di edifici pubblici e privati, vaste aree di terreno coltivabile all’interno dei Territori Occupati. Le distruzioni sono condotte solitamente senza preavviso, di notte, e a chi vi abita viene concesso pochissimo tempo per allontanarsi. La libertà di movimento viene limitata, per spostarsi diventano necessari permessi speciali arbitrariamente rilasciati dall’esercito israeliano. Tre milioni e mezzo di palestinesi sono rinchiusi in prigioni all’aria aperta, dietro mura gigantesche, senza terra, acqua e speranza.

Hanthala è il personaggio senza volto di un fumetto creato dal vignettista palestinese Naji Alali. Hanthala è un bimbo che un giorno ha deciso di girarsi di spalle, di non voltarsi più. Hanthala rappresenta l’infanzia bruciata del popolo palestinese.

____________________________________________________

I SETTE PECCATI E I CAPITALI

di Progetto Nur

Testo e Regia – Umberto Bellodi
Interpreti – Umberto Bellodi e Nicola Cazzalini
Luci – Massimo Guerci

Spettacolo di non-sense linguistico sulla degenerazione socio-culturale italiana. Monologhi e dialoghi teatrali, ironici. Giochi linguistici per menti fresche e pensieri contundenti. Manifesto di una rivoluzione sarcastica ispirata dai giocolieri del verbo. I Sette Peccati e i Capitali affronta in 7 episodi le degenerazioni tipicamente italiane: il precariato, le abitudini sessuali indotte dal clero, la televisione sterco-generalista, l’ipocrisia culturale, il ricambio generazionale eccetera eccetera ed eccetera.

____________________________________________________

ROMANZA

di Teatroallosso

regia di Nicola Cazzalini
drammaturgia di Nicola Cazzalini e Fabrizio Caraffini
Con Fabrizio Caraffini, Nicola Cazzalini, Sara Passerini
Installazioni video e scenografie di Sara Passerini
Musica dal vivo di Umberto Bellodi e Mattia Manzoni

Immersa in un’atmosfera crepuscolare, la storia di un droghiere all’inizio del ’900. Tra alti scaffali in legno, vasi di zucchero grezzo e odore di caffè, ci racconta l’incanto di un amore tra un pianista e una violinista di cinema muto. Accompagnata da apparizioni color seppia, dagherrotipi e dalle note di un pianoforte, rivive un’Italia ancora così viva nei sapori e nei sentimenti, così magica nei sogni di uguaglianza e libertà.

____________________________________________________

SOLILOQUI NELLA NOTTE

Un’idea di Marcello Zuccotti su canzoni e poesie di Piero Ciampi
Immagini: Puccio Chiesa
Collaborazione alla messa in scena: Massimo Guerci
Musiche: Piero Ciampi arrangiato da Umberto Bellodi
Lettore: Puccio Chiesa
Musicisti:
Umberto Bellodi (tastiera, chitarra, basso, tromba e voce)
Manuel Landi (batteria e percussioni)
Marcello Zuccotti (chitarra, basso e voce)

Un uomo, un bicchiere, un’osteria, una piazza, la notte. L’amore perduto, ritrovato, le molte sconfitte, le rare vittorie, tutto il mestiere del vivere urlato a squarciagola e sussurrato a mezza voce. Un uomo a nudo dentro e fuori se stesso, che grazie al vino si racconta, si interroga e interroga chiunque lo voglia ascoltare. Un uomo, Piero Ciampi che ancora una volta si fa beffe della morte ma teme la vita più di ogni altra cosa.

____________________________________________________

SONNAMBULI

Di Semiolabile Cinematografica e Teatro Singolare Plurale

Dal romanzo Sonnambuli di Puccio Chiesa (2009)
con Linda Confalonieri
Riduzione drammaturgica e messa in scena Massimo Guerci
Arrangiamenti audio Emiliano Confalonieri
Video Puccio Chiesa
Regia Puccio Chiesa e Massimo Guerci

Alighiero è un “sognatore” del D.I.O. (Dipartimento Igiene Onirica), il suo viaggio tra i luoghi attraversati dal “male” lo avvicina e lo allontana dalla Capitale, dalla soluzione del problema, da sé stesso. Parola, immagine, poesia, suono, corpo, voce, tutti gli elementi si toccano e si confondono, dando vita ad una performance che distilla il romanzo di partenza. Il testo originale interagisce con la scena, non si impone ad essa. I video scandiscono i tempi, suggeriscono immagini oniriche, aprono finestre che fanno entrare il buio in una stanza allucinata. In scena Alighiero, da solo. Cosa fa? Qual’è il suo compito? Quali sono i suoi pensieri? Si trova bene? Queste le domande di partenza, semplici e comuni. Tratto dall’omonimo romanzo di Puccio Chiesa, Sonnambuli è un percorso attraverso i linguaggi di confine, in cui teatro, video e parola si incontrano e si confondono generando sogni e finzioni, poesia e allucinazione, identità e alterità.

Ticon3_ @ Cabaret Voltaire

20 Nov
Giovedì 22 novembre 2012 – ore 19
TICON 3_: OSSERVATORIO MODULARE _DOVE SORGE IL SOLE DOMANI?

La rassegna Cabaret Voltaire di Alice nella Città  presso la sede di Via Cappi 26  a Castelleone (Cr) ospiterà il gruppo ticon3_ (Nora Ciottoli, Diana Danelli, Elena Parati), con video e foto installazioni.In particolare verrà proiettato in partitura visiva multipla l’ultimo progetto: Osservatorio Modulare,dove sorge il sole domani? Seguirà una sessione video a cura del gruppo ticon3_.
Il progetto Osservatorio Modulare, dove sorge il sole domani?, (nell’ambito della XV ediz. di NATURARTE, percorsi artistici nel territorio lodigiano) presenta installazioni video e fotografiche incentrate sul tema del paesaggio, esteriore ed interiore. Le partiture visive, nel loro scorrere, propongono il concetto implicito nel titolo stesso: quella relazione cioè tra l’osservazione e tutte le possibili declinazioni o “moduli, separabili e intercambiabili” della rappresentazione della terra e del cielo, della storia, del territorio, del paesaggio nel loro continuo divenire.
Il collettivo ticon3_ esordisce nel 2009 col progetto ZEITKAMMER (Velturno/BZ). Lo compongono tre artiste, Nora Ciottoli, Diana Danelli, Elena Parati, ciascuna con una personale attività portata avanti sia a livello individuale che all’interno di gruppi (Arte-Ambiente, In- quiete, Da-z). L’indagine sulle varie possibilità del percepire luoghi / tempi nei vari progetti si avvale dell’elaborazione digitale sia video che fotografica.

Info:
Diana Danelli
intactilem@email.it

Sabato 30 ottobre 2010 – ore 22

6 Ott

THE GENERAL (COME VINSI LA GUERRA)

mauro pamiro musica buster keaton

 

Il capolavoro del regista americano, datato 1927, musicato da mauro pamiro. Alice ripropone l’esperimento tra musica contemporanea e cinema muto.

Come vinsi la guerra (The General) è un film del 1927 di Buster Keaton. È la storia di un ragazzo che durante la guerra di secessione americana, nonostante non sia nemmeno arruolato, per salvare la propria ragazza riesce a respingere da solo un intero esercito nemico. l film è considerato tra le migliori realizzazioni di Buster Keaton, dove si dispiega appieno la precisione del meccanismo comico keatoniano, basato su un continuo gioco di logica, dove ogni senso viene rovesciato continuamente, in un rocambolesco gioco per gli occhi e per la mente: quello che è minaccioso diventa un aiuto, quello che sembra facile è difficilissimo e le cose impossibili vengono superate senza sforzo.

 

Mauro Pamiro (1976) è un musicista cremasco tra i fondatori del Laboratorio Tazebau, associazione per la quale ha realizzato numerose produzioni musicali e sonorizzazioni. “Come vinsi la guerra” rappresenta il suo secondo esperimento per la sonorizzazione di film muti dopo il debutto con “Nosferatu”. Proposto per la prima volta nell’ambito delle rassegne organizzate da AMENIC Cinema, “Come vinsi la guerra” rivede la luce da Alice.

 

Giovedì 18 novembre 2010 – ore 21

6 Ott

DRAQUILA

Un film di Sabina Guzzanti (2010)

Proiezione del film-denuncia di sabina guzzanti per la prima di due serate dedicate al dramma aquilano e alla sua farsesca ricostruzione.

“Mi sono fatta suggestionare e ho provato l’emozione di scoprire dal vivo quello che tutta Italia oggi sta scoprendo sui giornali. Quello che venivo a sapere sulla Protezione Civile mi sembrava enorme, incredibile. Abbiamo preso atto dell’esistenza di uno stato parallelo che stava crescendo senza che nessuno ne sapesse niente. Si parla molto della censura dell’informazione in Italia. Ebbene la censura copre operazioni come questa. La censura e la costante minaccia della perdita del lavoro per chiunque esprima dissenso.” (Sabina Guzzanti, dal sito ufficiale del film)

Intervista a Citto Maselli

10 Mar

Sabato 27 febbraio, Alice ha ospitato il regista Citto Maselli, uno dei registi più interessanti del panorama cinematografico italiano. Autore di titoli storici quali Lettera aperta a un giornale della sera, fino all’ultimo Le ombre rosse, premiato al Festival del cinema di Venezia, Maselli ha attraversato tutto il cinema italiano sin dal dopo guerra, lavorando con i principali interpreti ed autori. In questa intervista esclusiva, rilasciata poco prima di cena, Maselli si racconta con schiettezza ed onestà intellettuale.

Trailer di Downunder – il giardino delle meraviglie

18 Set

Dietro le quinte di Alice… Semiolabile

4 Mar

Semiolabile Cinematografica parla di sé.

Dietro le quinte di Alice… Progetto Bagliori

14 Feb

Ecco un viaggio nel meraviglioso mondo di una compagnia alle prese con la preparazione di un nuovo spettacolo. Progetto Bagliori inventa e costruisce ANGELI E DEMONI, la nuova opera che martedì 17 andrà in scena da Alice, prima di debuttare ufficialmente al carnevale di Venezia.

Clip della Tana del bianconiglio

4 Feb

La storia di tanti scrittori in cerca di lettori…