Chi è Alice?


TUTTO IN UN GIOCO DI SGUARDI  _Alice nella Città si presenta_

Alice, la protagonista della famosa fiaba di Lewis Carroll, con curiosità attraversa il mondo fantastico per lei pensato. Non si scompone mai quando, strada facendo, incontra i personaggi più strani. Alice è curiosa. Questo è l’atteggiamento che l’Associazione Culturale Alice nella Città intende adottare.
La città in cui vive Alice è uno spazio che va oltre gli angusti confini di un territorio. O meglio, il suo territorio è la condizione perché possa attraversarne i confini. Quindi il radicamento territoriale di Alice nella Città è la capacità di conoscere e riconoscere gli impulsi vitali, gli slanci estetici, i conflitti, l’intelligenza diffusa. La pratica della relazione con il territorio circostante è il fondamento perché si possa dare un attraversamento dei confini. Alice intende attraversarli questi confini, sia quelli geografici sia quelli di altro genere stabiliti a priori.
La cultura che Alice cerca è quella che nasce dalla necessità, quella che si ricava un percorso partendo dall’intelligenza, quella che molto spesso non trova sbocchi perché non è incanalata in circuiti e che altrettanto spesso muore, lasciando un vuoto incolmabile e triste.
Con curiosità vuole incontrare e conoscere coloro che, in vario modo e titolo, si muovono nel mondo frastagliato e frammentato della cultura e dell’arte. Nella moltiplicazione di linguaggi e stili, nella molteplicità di poetiche spesso in via di evoluzione, Alice cerca sguardi sull’oggi. La contemporaneità, la capacità e il coraggio di uno sguardo sul mondo, il gioco del rinascere quotidiano della fantasia, la freschezza dell’uso libero delle arti compongono il panorama che Alice nella Città intende scorgere con il suo sguardo.
È quindi un gioco di sguardi che cerca questa associazione culturale. Perché è da un gioco di sguardi che può iniziare una storia. È da un ammiccamento pieno di intenzioni complici che può realizzarsi un “inizio”. L’inizio di un viaggio nel mondo alla rovescia di Alice, un viaggio nel nostro mondo.

LA CITTA’ DI ALICE  _antefatti e propositi_

Alice nella città è un’associazione culturale che nasce nella primavera del 2007 a Castelleone, nella provincia di Cremona. La possibilità di utilizzare gli spazi di un ex laboratorio tessile, situati all’interno della vecchia filanda, è l’occasione che riunisce il gruppo di persone che dà vita al progetto culturale di Alice nella Città

L’eterogeneità è la prima caratteristica di Alice. Provenienze diverse, esperienze diverse, età diverse non rappresentano un limite ma, anzi, arricchiscono e danno qualità all’intero progetto culturale.

L’indipendenza è l’altra fondamentale caratteristica di Alice nella Città. La scelta di fondare una associazione culturale senza appoggiarsi a strutture già esistenti consente un’autonomia totale, sia nelle scelte culturali che in quelle gestionali. Tale indipendenza viene finanziata in parte con la richiesta di un contributo ai nuovi associati. La tessera di Alice costa 12 euro e consente l’ingresso a tutte le iniziative organizzate nell’anno culturale, da gennaio a dicembre. La curiosità è la terza caratteristica distintiva, dalla musica al teatro, dall’arte figurativa al cinema, dai libri alla cucina.

Ad Alice interessano soprattutto le nuove proposte, i nuovi linguaggi, la temerarietà delle proposte originali. Interessano anche i rapporti con chi si esibisce. Interessano le necessità che in molti hanno di farsi ascoltare, o vedere, da un pubblico allargato. Alice nella città rappresenta un ambizioso progetto di intendere la cultura in modo democratico.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: