Tag Archives: cose strane

L’OSTERIA DI ALICE

28 Mag

Giovedì 30 maggio h. 19

Cabaret Voltaire invita cantori e musicisti veri o improvvisati all’osteria di Alice per una serata a più voci all’insegna dei canti popolari! Ogni ultimo giovedi del mese, lo spazio bar di Alice invita tutti ad unirsi dalle ore 19,00 con scodelle di vino rosso, salame nostrano, polpette, storie e canti popolari.

L’osteria è luogo di libertà dalle oppressioni lavorative e famigliari, ritrovo dei desideri e rimpianti di gioventù, rabbia e leggerezza, sfrontatezza e voglia di soprassedere. E’ la casa di una cultura popolare spontanea, fatta di aneddoti, scherzi, ricordi e canti. I canti popolari sono uno sfogo in cui tutti si riconoscono, perchè ribolle nel sangue dai padri ai figli: tutti si ritrovano nei temi di quotidianità e ironia disarmante, nelle melodie semplici e ripetute. Non hanno bisogno che di essere cantati.

Ben vengano allora musicisti veri e stentati, canti nuovi, ben venga chi non ne sa uno e li impara tutti lì perchè si continua a ripeterli, chi non canta ma beve e pensa, e chi alla fine del pezzo chiede urlando: “La murusa! La murusa!”

IL 25 APRILE DI ALICE # 2013

23 Apr

576323_3678813579736_97455437_n

Griglie, liberation music jam, hyde park corner, canti partigiani, opere sovrannaturali… e sole di primavera. Giovedì 25 aprile sara’ come ogni anno occasione di grande festa per Alice nella citta’!

Dall’ora di pranzo – fuoco alle griglie nel nuovo ampio spazio estivo, sapientemente ricavato dalla demolizione di una struttura tradizionalmente conosciuta come “l’ecomostro” (!) E… con l’occasione potrete ammirare l’opera sovrannaturale di Gilles Default denominata “Sfregio al progresso”, protagoniste: le radici di un albero ribelle.

Nel pomeriggio – scatta la quinta edizione della LIBERATION MUSIC JAM, con annesso HYDE PARK CORNER aperto a poeti, speaker, giocolieri del verbo, cantori e ciarlatani. Strumenti a disposizione e artisti invitati senza preclusione alcuna! Chiunque abbia voglia di dire, suonare, performare non deve far altro che presentarsi il 25 aprile da Alice e prendere il proprio posto ai microfoni.  Siete tutti invitati!

Info e prenotazioni per la grigliata al numero 335 7119651 menù anche per vegetariani!

ALICE VI ASPETTA!

Le produzioni di Alice

5 Gen

DENTRO LO SPECCHIO

Alice nella città è anche un’officina creativa, un luogo di supporto concreto alla produzione e alla sperimentazione artistica.
“Dentro lo specchio” è la sezione in cui i gruppi e gli artisti interni all’associazione propongono le proprie opere e i propri spettacoli.
Alice nella città è anche un concreto supporto tecnico per spettacoli e manifestazioni culturali. Presta servizi tecnici professionali e cura rassegne sul territorio per conto di enti e organizzazioni varie.

____________________________________________________

DOWNUNDER, il giardino delle meraviglie

Una coproduzione Eden Ironique, Limen Teatro, Progetto Nur

In scena: Marco Allevi, Laura Bernocchi, Federica Brambini, Alessandro Caproni, Nicola Cazzalini, Laura Colonna, Linda Confalonieri, Sara Delle Donne, Sara Passerini

Musiche originali Umberto Bellodi (dal vivo con strumentazione elettrica ed elettronica)

Regia Nicola Cazzalini
Luci Massimo Guerci

“DownUnder, il giardino delle meraviglie” è una libera interpretazione teatrale ispirata alla fiaba di Lewis Carroll “Alice nel paese delle meraviglie”. Partendo dall’iniziale caduta nel pozzo, i personaggi che Alice incontra, vengono reinterpretati secondo le tecniche del teatro di strada. ‘Downunder’ è il ‘sottosopra’ in cui Alice viene a ritrovarsi durante la sua caduta, appena prima che riesca ad oltrepassare la porta per il Paese delle Meraviglie e possa passeggiare incantata in un giardino di fuoco.

____________________________________________________

CUBO

di Teatroallosso

Regia di Nicola Cazzalini
con Nicola Cazzalini e NEMO
Scenografie Riccardo Bianchi
Musiche originali Umberto Bellodi
Ripresa e editing audio Mattia Manzoni
Disegno luci Massimo Guerci
Grafica e costumi Sara Passerini

Ogni piccola cosa che teniamo in casa ha la sua vita, il suo modo di parlare, il suo carattere: le scarpe sussurrano al buio del ripostiglio, le forchette ridono nel cassetto e i giochi aspettano che non li guardi più per correre in disordine. I grandi ormai non ci fanno più caso, ma Cubo sa che per capire il mondo bisogna prima imparare a mettersi in pace con il quotidiano.

____________________________________________________

PALESTINE

di Progetto Nur

regia di Umberto Bellodi, Alessandro Caproni
con Umberto Bellodi, Alessandro Caproni
musiche dal vivo – Umberto Bellodi
coreografia – Alessandro Caproni
scene – Alessandro Caproni
video – Elisa Visconti e Massimo Guerci
luci – Massimo Guerci

Il muro di Sharon. Palestina-Israele. La costruzione inizia nel 2003. Lunghezza prevista: 750 km, 3 volte il muro di Berlino; altezza: 8 metri, due volte il muro di Berlino. L’80% del muro è all’interno della Cisgiordania e sottrae il 46% delle terre palestinesi a favore di Israele. Le principali fonti idriche diventano israeliane. 280.000 palestinesi restano separati dalla loro terra. Negli ultimi 5 anni l’esercito israeliano ha distrutto oltre 4000 abitazioni, centinaia di edifici pubblici e privati, vaste aree di terreno coltivabile all’interno dei Territori Occupati. Le distruzioni sono condotte solitamente senza preavviso, di notte, e a chi vi abita viene concesso pochissimo tempo per allontanarsi. La libertà di movimento viene limitata, per spostarsi diventano necessari permessi speciali arbitrariamente rilasciati dall’esercito israeliano. Tre milioni e mezzo di palestinesi sono rinchiusi in prigioni all’aria aperta, dietro mura gigantesche, senza terra, acqua e speranza.

Hanthala è il personaggio senza volto di un fumetto creato dal vignettista palestinese Naji Alali. Hanthala è un bimbo che un giorno ha deciso di girarsi di spalle, di non voltarsi più. Hanthala rappresenta l’infanzia bruciata del popolo palestinese.

____________________________________________________

I SETTE PECCATI E I CAPITALI

di Progetto Nur

Testo e Regia – Umberto Bellodi
Interpreti – Umberto Bellodi e Nicola Cazzalini
Luci – Massimo Guerci

Spettacolo di non-sense linguistico sulla degenerazione socio-culturale italiana. Monologhi e dialoghi teatrali, ironici. Giochi linguistici per menti fresche e pensieri contundenti. Manifesto di una rivoluzione sarcastica ispirata dai giocolieri del verbo. I Sette Peccati e i Capitali affronta in 7 episodi le degenerazioni tipicamente italiane: il precariato, le abitudini sessuali indotte dal clero, la televisione sterco-generalista, l’ipocrisia culturale, il ricambio generazionale eccetera eccetera ed eccetera.

____________________________________________________

ROMANZA

di Teatroallosso

regia di Nicola Cazzalini
drammaturgia di Nicola Cazzalini e Fabrizio Caraffini
Con Fabrizio Caraffini, Nicola Cazzalini, Sara Passerini
Installazioni video e scenografie di Sara Passerini
Musica dal vivo di Umberto Bellodi e Mattia Manzoni

Immersa in un’atmosfera crepuscolare, la storia di un droghiere all’inizio del ’900. Tra alti scaffali in legno, vasi di zucchero grezzo e odore di caffè, ci racconta l’incanto di un amore tra un pianista e una violinista di cinema muto. Accompagnata da apparizioni color seppia, dagherrotipi e dalle note di un pianoforte, rivive un’Italia ancora così viva nei sapori e nei sentimenti, così magica nei sogni di uguaglianza e libertà.

____________________________________________________

SOLILOQUI NELLA NOTTE

Un’idea di Marcello Zuccotti su canzoni e poesie di Piero Ciampi
Immagini: Puccio Chiesa
Collaborazione alla messa in scena: Massimo Guerci
Musiche: Piero Ciampi arrangiato da Umberto Bellodi
Lettore: Puccio Chiesa
Musicisti:
Umberto Bellodi (tastiera, chitarra, basso, tromba e voce)
Manuel Landi (batteria e percussioni)
Marcello Zuccotti (chitarra, basso e voce)

Un uomo, un bicchiere, un’osteria, una piazza, la notte. L’amore perduto, ritrovato, le molte sconfitte, le rare vittorie, tutto il mestiere del vivere urlato a squarciagola e sussurrato a mezza voce. Un uomo a nudo dentro e fuori se stesso, che grazie al vino si racconta, si interroga e interroga chiunque lo voglia ascoltare. Un uomo, Piero Ciampi che ancora una volta si fa beffe della morte ma teme la vita più di ogni altra cosa.

____________________________________________________

SONNAMBULI

Di Semiolabile Cinematografica e Teatro Singolare Plurale

Dal romanzo Sonnambuli di Puccio Chiesa (2009)
con Linda Confalonieri
Riduzione drammaturgica e messa in scena Massimo Guerci
Arrangiamenti audio Emiliano Confalonieri
Video Puccio Chiesa
Regia Puccio Chiesa e Massimo Guerci

Alighiero è un “sognatore” del D.I.O. (Dipartimento Igiene Onirica), il suo viaggio tra i luoghi attraversati dal “male” lo avvicina e lo allontana dalla Capitale, dalla soluzione del problema, da sé stesso. Parola, immagine, poesia, suono, corpo, voce, tutti gli elementi si toccano e si confondono, dando vita ad una performance che distilla il romanzo di partenza. Il testo originale interagisce con la scena, non si impone ad essa. I video scandiscono i tempi, suggeriscono immagini oniriche, aprono finestre che fanno entrare il buio in una stanza allucinata. In scena Alighiero, da solo. Cosa fa? Qual’è il suo compito? Quali sono i suoi pensieri? Si trova bene? Queste le domande di partenza, semplici e comuni. Tratto dall’omonimo romanzo di Puccio Chiesa, Sonnambuli è un percorso attraverso i linguaggi di confine, in cui teatro, video e parola si incontrano e si confondono generando sogni e finzioni, poesia e allucinazione, identità e alterità.

L’OSTERIA DI ALICE

27 Nov
a partire da giovedì 29 novembre 2012,  ogni ultimo giovedì del mese
dalle ore 19

Da giovedi 29 novembre Cabaret Voltaire inaugura una nuova serie di appuntamenti dedicati al mondo dell’osteria.
Ogni ultimo giovedi del mese, lo spazio bar di Alice invita tutti ad unirsi dalle ore 19,00 con scodelle di vino rosso, salame nostrano, polpette, storie e canti popolari.

L’osteria è luogo di libertà dalle oppressioni lavorative e famigliari, ritrovo dei desideri e rimpianti di gioventù, rabbia e leggerezza, sfrontatezza e voglia di soprassedere. E’ la casa di una cultura popolare spontanea, fatta di aneddoti, scherzi, ricordi e canti.

I canti popolari sono uno sfogo in cui tutti si riconoscono, perchè ribolle nel sangue dai padri ai figli:
tutti si ritrovano nei temi di quotidianità e ironia disarmante, nelle melodie semplici e ripetute. Non hanno bisogno che di essere cantati.

Ben vengano allora musicisti veri e stentati, canti nuovi, ben venga chi non ne sa uno e li impara tutti lì perchè si continua a ripeterli, chi non canta ma beve e pensa,
e chi alla fine del pezzo chiede urlando: “La murusa! La murusa!”

CABARET VOLTAIRE

6 Ott

I giovedì di Alice

“Ludico efferato libertario”, questo è il CABARET VOLTAIRE, questi sono i giovedì sera di Alice che apre i suoi spazi a chiunque voglia esporre le proprie opere, a qualsiasi forma di espressione artistica. Un appuntamento fisso settimanale, con la direzione artistica di Gilles Default.
Arte, aperitivi tematici e liquori pittorici, il CABARET VOLTAIRE è aperto ogni giovedì, a partire dal 4 ottobre. Alice invita gli artisti interessati ad inviare documentazione delle proprie opere o dei propri progetti all’indirizzo alicenellacitta@gmail.com, specificando CABARET VOLTAIRE nell’oggetto della mail, oppure a chiamare il numero 3397302368.
CABARET VOLTAIRE, tutti i giovedì ad Alice nella città!

CIRCUS DINNER: Il lanciatore di coltelli

25 Lug

IL LANCIATORE DI COLTELLI
venerdì 27 Luglio 2012

20.15 – CENA CIRCENSE con proiezioni ed incursioni teatrali
SU PRENOTAZIONE (info 339.8887526)
Antipasti:
Lilì au trapèze (cocktail d’aperitivo)
Saltimbanco in bocca
Il soffio di Mangiafuoco
Primo:
Pastasciutta “Il sorriso del clown”
Secondo:
CirkenSalad
Dolce:
Chapiteau mon amour

00.00 – PROIEZIONE NOTTURNA DI “FREAKS” (regia: Tom Browning)
(inoltre…dalle ore 22, mostra fotografica di Arianna Pagani “Circo: Fuori e dentro la pista” e del progetto artistico “Il camper”, di Aldo Spoldi e Met Levi il Fotografo).

Sabato 15 gennaio 2011 – ore 22

10 Gen

BLACK PANTHER PARTY

Sono quasi 10 anni che la sigla “Black Panther Party” riecheggia in maniera piu o meno costante nelle vostre orecchie. Un lungo consolidamento in cui vi abbiamo sempre proposto e fatto piacere la musica che a noi piace, nel nostro lavoro sempre attivo di ricerca in controtendenza a chi vorrebbe che i gusti fossero sempre solidificati sulle solite robe. Ancora una volta proprorremo la solita, brutale selezione musicale di black music che spazia dal primo rhytm and blues al rap e al dub più sperimentale. Dopo le serate benefit in sostegno ai detenuti politici e agli spazi autogestiti, ai deliri allo Spazio Popolare La Forgia e in varie zone en plain air il Black Panther Party è orgoglioso disbarcare ad Alice nella Città.
Un altro grande free-party dove invitiamo chi persiste ad essere dalla parte dei senza parte, dove ogni differenza etnica, di genere e di cultura si mischia.

Domenica 26 dicembre 2010 – ore 20

6 Ott

LA SPAGHETTI WESTERN CENA

Dopo la horror cena del 2009, alice replica con un appuntamento post natalizio tra portate e proiezioni

Il cinema western italiano, noto anche come”Spaghetti Western” è un genere cinematografico sviluppatosi verso all’inizio degli anni 60 e poi arrivato fino alla fine degli anni 70. Le maggiori differenze di questo genere rispetto al classico western americano erano le location, per lo più situate nei paesi del mediterraneo (dal deserto spagnolo di Almería alla piana carsica di Camposecco), le storie più cruente, la mancanza degli indiani e ovviamente il budget quasi sempre striminzito. Ai classici eroi a tutto tondo a cui ci aveva abituato il western americano, si contrappone ora un nuovo tipo di protagonista  più cinico, senza scrupoli, misogino, sporco, impolverato e dotato di una sottile e a volte macabra ironia.

— CENA CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA —

Sabato 26 dicembre – ore 18,30

4 Ott

LA HORROR CENA

horrorcena

Arrivati i doni di Natale? Finita l’opulenta sbornia da feste natalizie? Siete pronti per il brivido a tavola. Un appuntamento eno-gastro-orrorifico.

Informazioni e prenotazioni tel. 3357119651