Aiutateci a casa nostra – La Cine-riflessione di Alice

cine

AIUTATECI A CASA NOSTRA è il contributo di Alice nella città alla riflessione su un tema che non dovrebbe essere un tema. Un’urgenza che non dovrebbe rientrare nella categoria delle urgenze. Un’emergenza che si dovrebbe semplicemente tradurre nell’impegno a tutti i livelli per la salvaguardia del concetto di umanità.
————————————————————-
VENERDI 08 FEBBRAIO – ORE 21.15
Omicidio al Cairo
Regia: Tarik Saleh
Anno: 2017
Omicidio al Cairo è un thriller psicologico basato su una storia vera: l’assassinio della famosa cantante libanese Suzanne Tamin nel 2008. Il colpevole era un uomo d’affari e parlamentare egiziano.
Quello che all’inizio sembra essere un crimine passionale si trasforma pian piano in qualcosa che riguarda la più alta cerchia del potere egiziano: un gruppo chiamato “Gli intoccabili” che gode dell’immunità. Film di denuncia contro il potere corrotto del regime di Mubarak.

VENERDI 15 FEBBRAIO – ORE 21.15
Dustur
Regia: Marco Santarelli
Anno: 2015
In arabo, Dustur significa Costituzione. Nella biblioteca del carcere Dozza di Bologna si tiene un corso sulla Costituzione italiana, in dialogo con le primavere arabe e le tradizioni islamiche. I partecipanti sono prevalentemente detenuti musulmani, e in ogni lezione è previsto un ospite esterno. L’ultimo ospite sarà Samad, un giovane ex detenuto marocchino, che vive l’attesa di un fine pena che sembra non arrivare mai. Samad è alle prese con gli “inverni e le primavere” della libertà e una vita da ricostruire dentro nuove regole. Tornerà dentro per partecipare alla discussione e alla scrittura di un Dustur ideale.

VENERDI 22 FEBBRAIO – ORE 21.15
Dheepan. Una nuova vita
Regia: Jacques Audiard
Anno: 2015
Per fuggire dalla guerra civile in Sri Lanka, un uomo, una donna e una bambina si fingono una famiglia. Arrivati a Parigi, pur non conoscendo una parola di francese dovranno difendersi e sopravvivere in una periferia dominata da bande e regole criminali. Allo scoppio della violenza, dovranno decidere se stare insieme o separarsi. Nell’opera di Audiard ricorrono percorsi di vita dove per raggiungere la felicità sentimentale è necessario passare attraverso l’incubo della violenza.

VENERDI 01 MARZO – ORE 21.15
Ilmurràn – Masai in the Alps
Regia: Sandro Bozzolo
Anno: 2015
Una giovane ragazza Maasai raggiunge una “bergera” sugli alti alpeggi delle Alpi Marittime.
Due donne lontane tra loro per colore della pelle, età anagrafica e lingua, due culture tradizionali di pastorizia nomade che si confrontano in una stagione d’alpeggio, condividendo il duro lavoro, raccontandosi le loro storie. Lontano da ogni confine, la comunicazione diventa una questione naturale.
In lingua Maa, Ilmurrán significa “guerrieri”. Questo film racconta le storie di due donne guerriere, le loro lotte silenziose. Ancora una volta, la strada più lunga pare essere il cammino più breve, per intraprendere il ritorno verso una casa comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...