Angels and Daemons at Play

14 Nov

CINEINVERNO 2016

Angeli e diavoli, bene e male, yin e yang. Alice chiude la sua decennale stagione cinematografica sposando il genere che forse maggiormente cerca e mostra l’incapacità cronica di interezza dell’animo umano. Prendendo a prestito il titolo da un disco dei Motorpsycho e dal sublime jazzista Sun Ra, vi proponiamo cinque film dove diavoli di ogni forma, specie e provenienza arrivano a turbare e punire difetti, debolezze, colpe e peccati, dove la fine spesso diviene un incubo peggiore dell’inizio. Polaski e Dario Argento in testa e in coda, in mezzo autori del calibro di Sam Raimi e le nuove leve David Robert Mitchell e i geniali Jaume Balagueró e Paco Plaza. W le Cinema.

________________________________________________

Mercoledì 23 Novembre ore 21,15

Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York

rosemary

Di Roman Polanski, Usa 1968, 136’, colore. Con Mia Farrow, John Cassavetes, Ralph Bellamy, Ruth Gordon.

La vita di Guy e Rosemary, giovane coppia in attesa di un figlio, cambia radicalmente quando fanno la conoscenza dei loro vicini di casa, due anziani signori all’apparenza affabili e innocui. I sospetti pian piano divengono realtà e Rosemary farà di tutto per salvare il figlio che sta per avere. Dal romanzo omonimo Ira Levin, Polanski realizza il suo film più importante e ambizioso. Il non mostrato crea nello spettatore un senso di angoscia e attesa che raramente è accaduto di percepire in un cinema cosiddetto di genere. Da vedere e rivedere. Primo Oscar a Ruth Gordon come migliore attrice non protagonista.

Mercoledì 30 Novembre ore 21,15

Drag me to Hell

drag_me_to_hell22

Di Sam Raimi, Usa 2009, 99’ colore. Con Alison Lohman, Justin Long, Lorna Raver.

Christine, giovane impiegata in un istituto di credito, commette il grave errore di negare un prestito in denaro, per mostrarsi “efficiente” agli occhi del capo, alla signora Ganush, un’anziana zingara. Dal quel giorno la ragazza è perseguitata dal demone Lamia che le renderà la vita alquanto dura e inquietante. Il genio di Sam Raimi ancora una volta fa centro producendo un horror intelligente ed ironico, dove il classico luogo comune del genere (la maledizione), viene esasperato al punto da riuscire ancora a spaventare e divertire il pubblico come se il cinema fosse stato appena inventato.

Mercoledì 07 Dicembre ore 21,15

[Rec]

rec

Di Jaume Balaguerò e Paco Plaza, Spagna 2007, 78’ colore. Con Angela Vidal, Pablo Rosso, Vincente Gil.

 Ángela, giornalista di una tv locale di Barcellona, insieme al suo cameraman Pablo, viene mandata in una caserma dei pompieri con lo scopo di realizzare un servizio sui loro interventi notturni. Chiamati da un allarme, i vigili del fuoco arrivano presso un palazzo. L’incendio non c’è ma quello che vi trovano all’interno va al di là di ogni loro peggior previsione. Girato intermente in digitale e camera a mano (il punto di vista dello spettatore è la videocamera di Pablo) è il film che impone al mondo la scuola horrorifica spagnola che ha furoreggiato nei primi anni duemila. Claustrofobico e snervante, il film è una vera e propria “salita” all’inferno, dove la mancanza del “filtro” analogico rende ancor più credibile e spaventosa l’intera vicenda.

Mercoledì 14 Dicembre ore 21,15

It Follows

itfollows2

Di David Robert Mitchell, Usa 2104, 100’ colore. Con Maika Monroe, Keir Gilchrist, Olivia Luccardi.

Dopo una serata conclusasi con un incontro sessuale totalmente innocente e casuale, la diciannovenne Jay, si ritrova ad essere perseguitata da strane visioni e dalla certezza che qualcuno la stia seguendo. La verità sarà ovviamente molto peggiore di qualsiasi previsione. La paura dell’uomo nero che ci perseguita e ci vuole fare del male senza alcun apparente motivo è antica quanto il mondo. Questo teen-horror esplicita in maniera intelligente e mai banale questo tipo di timore che emerge chiaramente dal senso di colpa della protagonista. Ottima regia e costante tensione fanno di questo film una delle migliori pellicole di genere degli ultimi dieci anni.

Mercoledì 21 Dicembre ore 21,15

Suspiria

suspiria3

Di Dario Argento, Italia 1977, 95’ colore. Con Jessica Harper, Stefania Casini, Alida valli, Joan Bennett, Flavio Bucci.

Susy Bennet è una studentessa di danza classica che arriva presso la prestigiosa accademia di danza di Friburgo durante una notte in cui infuria un temporale. Respinta all’uscio nonostante avesse già concordato da tempo il suo arrivo, dal giorno successivo si rende conto che qualcosa di sinistro e misterioso è a capo del collegio e che ognuno dei suoi abitanti ha inquietanti segreti da nascondere. Il capolavoro assoluto di Dario Argento e uno dei migliori film di genere mai apparso sul grande schermo, è la storia di streghe più terrificante mai raccontata. Sonno e veglia, verità e finzione spostano il piano narrativo in una sorta di “zona del crepuscolo” dove accade di tutto e dove lo spettatore è chiamato a un costante e un incessante livello di tensione che scoppia in improvvisi climax visivi e sonori fatti di incredibili invenzioni orrorifiche accompagnate ancora una volta, dalla superlativa colonna sonora dei Goblin. Eccezionale la fotografia di Luciano Tovoli (uno degli ultimi film ad essere stampato in technicolor) che restituisce tra sapiente uso dei grandangoli e colori vivi ed accesi, lo stato d’animo dei protagonisti. Impedibile!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: