Compagno Cittadino Fratello Partigiano.

20 Apr

Settanta primavere cambiamo modi, tempi e prospettive. La memoria purtroppo spesso aleatoria, deve lasciare lo spazio alla testimonianza concreta. Quale mezzo meglio del cinema cosiddetto “della passione civile” si può arrogare il diritto di raccontare per tramandare. Raccontare ai posteri (noi) lo spirito che animò la lotta dei nostri padri per (ri) costruire ancora una volta daccapo l’Italia e far sì che l’uomo nuovo nascesse. Compagni, cittadini , fratelli e partigiani sono la collettività tutta che alza la testa e lotta. Alice resiste nella battaglia culturale e civile quotidiana e celebra l’anniversario resistente con due film: I piccoli Maestri di Daniele Lucchetti e Le Quattro giornate di Napoli di Nanny Loy. Due registi lontani anagraficamente ma uniti dall’etica che il soffio dello spirito combattente ha fatto arrivare sino a noi.

Mercoledì 22 aprile ore 21,15

piccolimaestri

Titolo: I piccoli maestri

Regista: Daniele Lucchetti, Italia 1997, 116’, Colore.

Attori: Stefano Accorsi, Stefania Montorsi, Giorgio Pasotti, Marco Paolini.

Trama: Il passaggio dai libri all’azione di un gruppo di studenti universitari vicentini durante gli anni della guerra civile in Italia. Dall’autunno del 1943 alla primavera del 1945 con la presa di Padova da parte di alleati e bande partigiane.

Dal romanzo omonimo di Luigi Meneghello che descrive “i migliori anni” di una generazione divenuta matura a causa ma anche grazie alla guerra e alla lotta partigiana.

Martedì 28 aprile, ore 21,15

4giornate

Titolo: Le Quattro giornate di Napoli

Regista: Nanny Loy, Italia 1962, 124’, B/N.

Attori: Regina Bianchi, Enzo Cannavale, Aldo Giuffrè, Raffaele Barbato.

Trama: La descrizione della rivolta popolare nella città di Napoli che mise in fuga i tedeschi ancora prima dell’arrivo degli alleati. Tra i vari episodi il regista fa riferimento all’uccisione del dodicenne Gennaro Capuozzo insignito poi con la medaglia d’oro al Valor Civile.

Splendida ricostruzione di uno degli episodi che caratterizzarono l’insurrezione popolare nel sud Italia durante la “risalita” delle truppe alleate. Il film, ispirato al libro di Aldo de Jaco La città insorge: le quattro giornate di Napoli fu candidato all’Oscar nel 1962 come miglior film straniero e per la sceneggiatura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: