Sabato 6 marzo 2010 – ore 22

18 Gen

CESARE BASILE

Dopo l’indimenticabile reading sull’opera politica e letteraria di Danilo Dolci, Cesare Basile torna da Alice, questa volta nella sua veste più consueta: quella di musicista e cantautore cardine del movimento “indie” italiano. La carriera discografica di Cesare Basile parte da Catania per arrivare a Milano, passando per Roma e Berlino. Dal 1987, anno in cui registra il primo album con i Candida Lilith, colleziona esperienze musicali e concerti in Italia e in Europa. Nel 1994 incide il suo primo lavoro solista intitolato “La pelle”, definito dalla critica come uno dei migliori album d’esordio di quell’anno. Nel 1998 collabora con Hugo Race (Nick Cave – True Spirit) con la direzione artistica e di John Bonnar (Dead Can Dance) e nel 2003 esce “Gran Calavera Elettrica” prodotto da Mescal e magnificamente accolto da oltre un centinaio di articoli di specialisti in estasi. Alternandosi tra appuntamenti live,  produzioni e lavoro sui testi per gli Afterhours, Cesare Basile si concentra sulla realizzazione di Hellequin Song (Mescal gennaio 2006). L’album, prodotto dall’ormai inseparabile John Parish (produttore fra gli altri di P.J. Harvey, Sparklehorse, Giant Sand, Tracy Chapman, Eels, Goldfrapp), vede la collaborazione tra gli altri di Hugo Race e Manuel Agnelli. Nel 2008 ancora un disco con la produzione artistica di John Parish: “Storia di Caino”. L’anno successivo  la partecipazione alla straordinaria compilation “Il Paese è Reale”, curata e prodotta dagli Afterhours, e l’esibizione sul palco di Piazza San Giovanni a Roma il Primo Maggio.

Alice è ancora una volta il palco di Cesare Basile, per un live da non perdere per nessun motivo.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: